Il mio reportage da Iraq e Mosul del 2017 pubblicato su Discorsi Fotgrafici Magazine

Qualche giorno fa è stato pubblicato sul nuovo sito di Discorsi Fotografici Magazine il mio reportage da Mosul e l’Iraq del nord, vi lascio un’anteprima e il link per leggere l’articolo/vedere le foto selezionate. 

Mosul e l’Iraq del Nord. Un reportage di Giulio Magnifico.

Inoltre vorrei caldamente suggerivi di seguire il podcast e il nuovo sito di Discorsi Fotografici perchè presto uscirà anche una mia lunga intervista (sul podcast) e soprattutto perchè sono uno dei migliori magazine online e il migliore podcast in italiano sulla fotografia!

I miei scatti usati su Famiglia Cristiana (nuovo numero)

Anche sul nuovo numero (1° numero di Gennaio 2017) di Famiglia Cristiana ci sono 4 scatti miei, e sopratutto sono stati raggiunti ottimi obiettivi con la raccolta fondi, come scritto nell'articolo. Fa sempre piacere sapere che con grazie alle mie foto posso aiutare molto di più di quello che potrei finanziamente.

Se volete dare il vostro contributo potete farlo da qui: Fondazione Giovanni Paolo II

I miei scatti usati su Famiglia Cristiana per una raccolta fondi

In questi giorni è in edicola un progetto a cui ho orgogliosamente partecipato: si tratta dell'utilizzo di una dozzina di miei scatti come campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi su "Famiglia Cristiana" per i bambini cristiani di Aleppo. Basta che compriate il giornale e all'interno ci sono le mie foto, un lungo articolo che spiega la situazione e il bollettino con cui fare una donazione (cosa che io ho già fatto).

...mi ha fatto molto piacere partecipare a questo progetto! Sapere che i miei scatti vengono usati per aiutare e dare voce a qualcuno, in particolare ai bambini, è una cosa non può che rendermi contento! È il motivo per cui scatto queste foto e realizzo questi reportage: ricordare e far riflettere guardando i soggetti che ritraggo.

I miei ringraziamenti vanno ad Andrea Verdi per aver coordinato il progetto e scelto le mie foto e ovviamente a tutto il loro team ed editore.

Vi lascio qualche foto dell'articolo.